Tutto il bene del mondo (voto:7/10)

tutto il bene del mondo

SCHEDA TECNICA


REGIA: Alejandro Agresti

GENERE: Drammatico

PRODUZIONE: Argentina

ANNO: 2004

DURATA: 90 min.

CONSIGLIATO A: Chi ama i film sussurrati.

INTERPRETI: Monica Galan, Julieta Cardinali, Carlos Roffe, Mex Urtizberea, Ulises Dumont.

TRAMA – RECENSIONE


Non è necessaria una grande storia per fare un buon film. Nè grandi attori, o costosi effetti speciali.
Basta una madre con le due figlie che si reca in un paesino vicino Buenos Aires alla ricerca del marito creduto morto per vent’anni. Basta il dolore di un uomo distrutto dal suo oscuro passato che nega di conoscere la sua famiglia e l’ostinazione di una donna ancora innamorata di lui e determinata a non perderlo di nuovo. Basta il corpo minuto, il viso semplice ed il cuore pieno di risentimento e tristezza di una figlia desiderosa di conoscere finalmente suo padre.
Basta la vita insomma, con le sue piccole grandi tragedie, nient’altro. Ed è la vita che il regista argentino è riuscito a catturare e fissare sulla pellicola, reale, senza fronzoli, ridotta all’essenziale.
Basta avere qualcosa da dire sinceramente per fare un buon film, ed una persona come Alejandro Agresti per il quale fare cinema è come alzarsi la mattina, come respirare…

Miglior film (Premio “Città di Roma”) alla 61ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Il titolo originale (stuprato dalla distribuzione italiana) è “un mundos meno peor – Un mondo meno peggiore” e deriva da una parte del dialogo tra il protagonista maschile Cholo ed un ragazzo. L’uomo sostiene di aver lottato per un mondo migliore, il ragazzo ribatte sostenendo che forse era meglio aspirare ad un mondo meno peggiore.

Da vedere.

VOTA IL FILM!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars6 Stars7 Stars8 Stars9 Stars10 Stars (2 voti, media: 8,50 su 10)

Loading...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: