E' quasi troppo facile parlar male di "Revolution", una delle ultime fatiche da produttore di J.J. Abrams ("papà" di "Lost", "Alias", "Fringe" ), poichè questa serie è talmente zeppa di difetti che si fa fatica a trovare anche un solo motivo per andare al di là del primo episodio