Fuori dal mondo (voto:7,5/10)

fuori dal mondo

SCHEDA TECNICA


REGIA: Giuseppe Piccioni

GENERE: Drammatico

PRODUZIONE: Italia

ANNO: 1999

DURATA: 100 min.

CONSIGLIATO A: Chi si sente fuori dal mondo.

INTERPRETI: Margherita Buy, Silvio Orlando, Giuliana Lojodice, Carolina Freschi, Alessandra Comerio, Fabio Sartor, Andrea Tognasca, Alessandro Di Natale, Marina Massironi, Chantal Ughi, Riccardo De Torrebruna, Sonia Gessner.

TRAMA – RECENSIONE


Lo scrittore inglese Gilbert Keith Chesterton (1874-1936), fine penna d’umanità intrisa nel calamaio dell’humor, è noto soprattutto per il personaggio di Padre Brown. Per abbozzarlo, si ispirò ad un vero sacerdote cattolico, conosciuto durante un’escursione nel 1903 nello Yorkshire. Al rientro, furono ospiti di una famiglia del luogo. Presenti anche due studenti di Cambridge. Quando John O’Connor – questo il vero nome di quel brillante chierico – se ne fu andato, i due giovani dissero di averne apprezzato la sagacia, ma che certamente questi non avrebbe saputo dir nulla sulla vita e sul male, essendo ‘fuori dal mondo’. Pare che Chesterton per poco non li deridesse, perché in confronto i due ne sapevano quanto dei lattanti.

Nemmeno noi sappiamo se Giuseppe Piccioni, regista di questa perla, sia a conoscenza dell’episodio. Di certo, le analogie son tante. A suor Caterina (una splendida, e non solo esteticamente, Margherita Buy), per pura coincidenza viene affidato un bambino da poco abbandonato in un parco. Ad averlo trovato è stato, in realtà, un uomo agli arresti domiciliari che, appunto per questo, non può portarlo in ospedale. È il primo di una lunga serie di personaggi, che in teoria dovrebbe stare ‘dentro il mondo’, eppure vi vivono da isolati. Il primo, ma non l’unico. Nelle sue indagini per trovare la madre del piccolo Fausto, Caterina incontrerà il presunto padre, Ernesto (Silvio Orlando), un uomo che vive di ansia e depressione. Raccontando la debolezza di una sera, si giustificherà, malamente, chiedendo alla suora che ne sappia – lei che è fuori dal mondo – delle debolezze umane.

Eppure, tra i due, pare proprio Ernesto ad esserlo: un uomo che non ha amici e non cerca di farsene; che non sa nulla di coloro che lavorano per lui e dimentica anche i nomi delle donne con cui è stato. Come quello di Teresa, la madre del bambino, che fugge dal suo mondo, perché ha un segreto che non può confessare. E che poi, infine, si scopre un segreto di Pulcinella, dal momento che altri sapevano e fingevano di non sapere.

Tutti, insomma, fuggono lo sguardo della vera vita. Tutti sono ‘fuori dal mondo’. Solo Caterina non lo è. Un eroismo che costa timore e tremore, perché quando il ‘suo mondo’ sembra crollare, Caterina non fugge. Si guarda allo specchio, e accetta la sfida. E dopo la tempesta arriva la quiete. Quella quiete che non è accomodamento, ma frutto della genuinità.

Clip:

VOTA IL FILM!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars6 Stars7 Stars8 Stars9 Stars10 Stars (6 voti, media: 8,67 su 10)

Loading...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: