Festival del cinema di Venezia 2012 – programma

festival venezia 2012

Presentazione alla stampa oggi, giovedì 26 luglio 2012, da parte del direttore Alberto Barbera, del programma ufficiale della 69° mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia che si terrà dal 29 agosto all’8 settembre 2012. Tra le novità, Terence Malick in concorso per la prima volta e la presenza di Michael Cimino. Di seguito i film distinti per sezioni:

Orizzonti:


  • Wadjda di Haifaa Al Mansour (Arabia Saudita, Germania)
  • Khanéh Pedari (The Paternal House) di Kianoosh Ayari (Iran)
  • Ja Tozhe Hochu (I Also Want It) di Alexey Balabanov (Russia)
  • Gli equilibristi di Ivano De Matteo (Italia)
  • L’intervallo di Leonardo Di Costanzo (Italia, Svizzera, Germania)
  • El Sheita Elli Fat (Winter Of Discontent) di Ibrahim El Batout (Egitto)
  • Tango Libre di Frédéric Fonteyne (Belgio, Francia, Lussemburgo)
  • Menatek Ha-Maim (The Cutoff Man) di Idan Hubel (Israele)
  • Gaosu Tamen, Wo Cheng Baihe Qu Le (Fly With The Crane) di Ruijun Li (Cina)
  • Kapringen (A Hijacking) di Tobias Lindholm (Danimarca)
  • Leones di Jazmin Lopez (Argentina, Francia, Paesi Bassi)
  • Bellas Mariposas di Salvatore Mereu (Italia)
  • Low Tide di Roberto Minervini (Usa, Italia, Belgio)
  • Boxing Day di Bernard Rose (Gran Bretagna, Usa)
  • Yema di Djamila Sahraoui (Algeria, Francia)
  • Araf (Araf – Somewhere In Between) di Yesim Ustaoglu (Turchia, Francia, Germania)
  • Sennen No Yuraku (The Millennial Rapture) di Koji Wakamatsu (Giappone)
  • San Zi Mei (Three Sisters) di Bing Wang (Francia, Hong Kong-Cina)

Concorso Venezia 69:


  • Après Mai di Olivier Assayas (Francia)
  • At Any Price di Ramin Bahrani (Usa, Gran Bretagna)
  • Bella addormentata di Marco Bellocchio (Italia)
  • La Cinquième Saison di Peter Brosens e Jessica Woodworth (Belgio, Paesi Bassi, Francia)
  • Lemale Et Ha’chalal (Fill The Void) di Rama Burshtein (Israele)
  • È stato il figlio di Daniele Ciprì (Italia)
  • Un giorno speciale di Francesca Comencini (Italia)
  • Passion di Brian De Palma (Francia, Germania)
  • Superstar di Xavier Giannoli (Francia, Belgio)
  • Pieta di Kim Ki-Duk (Corea del Sud)
  • Outrage Beyond di Takeshi Kitano (Giappone)
  • Spring Breakers di Harmony Korine (Usa)
  • To The Wonder di Terrence Malick (Usa)
  • Sinapupunan (Thy Womb) di Brillante Mendoza (Filippine)
  • Linhas de Wellington di Valeria Sarmiento (Portogallo, Francia)
  • Paradies: Glaube (Paradise: Faith) di Ulrich Seidl (Austria, Francia, Germania)
  • Izmena (Betrayal) di Kirill Serebrennikov (Russia)

Fuori Concorso:


  • The Reluctant Fundamentalist di Mira Nair (India, Pakistan, Usa)
  • L’homme qui rit di Jean-Pierre Ameris (Francia, Repubblica Ceca)
  • Anton Tut Ryadom (Anton’s Right Here) di Lyubov Arkus (Russia)
  • Den Skaldede Frisør (Love Is All You Need) di Susanne Bier (Danimarca, Svezia)
  • Cherchez Hortense di Pascal Bonitzer (Francia)
  • Ya Man Aach (It Was Better Tomorrow) di Hinde Boujemaa (Tunisia)
  • Sur un fil… di Simon Brook (Francia, Italia)
  • Enzo Avitabile Music Life di Jonathan Demme (Italia, Usa)
  • Lullaby To My Father di Amos Gitai (Israele, Francia, Svizzera)
  • Shokuzai (Penance) di Kiyoshi Kurosawa (Giappone)
  • Bad 25 di Spike Lee (Usa)
  • Witness: Libya di Michael Mann (Usa)
  • Medici con L’Africa di Carlo Mazzacurati (Italia)
  • O Gebo e A Sombra di Manoel De Oliveira (Portogallo, Francia)
  • The Company You Keep di Robert Redford (Usa)
  • Shark (Bait 3D) di Kimble Rendall (Australia, Singapore, Cina)
  • Disconnect di Henry-Alex Rubin (Usa)
  • La Nave Dolce di Daniele Vicari (Italia, Albania)
  • The Iceman di Ariel Vromen (Usa)

Ulteriori dettagli sul sito ufficiale del festival di Venezia.


Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: