Drammatico Archive

Melancholia (voto:10/10)

Dietro il sole di ciascuno di noi (obiettivi, ambizioni, piaceri, ecc), si nasconde qualcosa che viene da lontano, pronta a schiantarsi sul mondo che abbiamo costruito per mostrarne l’assurdità.

Molto forte, incredibilmente vicino (voto:5/10)

Oskar Schell, 9 anni, dopo la morte del padre in seguito all'attacco terroristico alla torri gemelle trova tra i suoi effetti personali una chiave ed un nome, Black. Convinto che tale chiave possa dargli accesso all'ultimo messaggio del genitore, il ragazzino si dedica anima e corpo alla ricerca dell'uomo misterioso. Ma siamo a New York,

Naissance des pieuvres (Nascita delle piovre) (voto:7/10)

Film intimista e delicato sui turbamenti dell'adolescenza. Marie, Anne, Floriane dovranno fare i conti con la scoperta dei sentimenti. Nessun adulto presente in un'opera sincera e toccante alienata dal mondo dei grandi. Presentato a Cannes nella sezione un Certain Regard

Nemmeno il destino (voto:7/10)

Storia di tre amici siciliani incastrati in una città industriale in decadenza ed alla ricerca del loro posto nel mondo. Storia di Toni e della sua voglia di scappare via, Storia di Alessandro, con una madre con problemi psichici e un disperato bisogno d'amore e storia di Ferdi, adolescente arrabbiato con il mondo costretto ad

Poker Generation – il film italiano sul Texas Hold’em (voto:6/10)

La pellicola, uscita nelle sale ad aprile 2012, racconta la storia di due fratelli alla disperata ricerca di denaro per fare operare la sorella malata. Determinati e disposti a tutto, Tony e Filo incontrano il Texas Hold'em sulla loro strada e ad esso affidano il loro destino. Ed è proprio Il poker il protagonista indiscusso

Rounders – tra poker e cinema (voto:6,5/10)

Un giovane Matt Damon cerca di andare avanti giocando illegalmente nei circoli privati. Lo affianca l'immancabile amico baro, interpretato da Edward Norton. Tra i problemi di una vita universitaria ed una pesante sconfitta che porta a perdere i risparmi di una vita al giovane protagonista si destreggia l'inizio di questo ottimo film la cui visione

Tutto il bene del mondo (voto:7/10)

Non è necessaria una grande storia per fare un buon film. Nè grandi attori, o costosi effetti speciali. Basta una madre con le due figlie che si reca in un paesino vicino Buenos Aires alla ricerca del marito creduto morto per vent'anni.